PARROCCHIA SS. ANNUNZIATA - VIA PO, 45 - 10124 TORINO - TEL. 011 817 14 23

orario messe - orario confessioni - orario ufficio

HOME

8/12/20 - IMMACOLATA CONCEZIONE


Battesimo di Albert

la Parola di Dio stessa che illumina quanto stiamo per vivere: un sacramento, il sacramento del Battesimo di Albert, perch la novit, la Grazia, lo Spirito trasmesso non solo per l'interessato ma rinnova, in questo caso, tutti noi battezzati, immersi dunque nell'acqua che restituisce al nostro vero volto e del fuoco che ci fa portatori di luce per una via che ci riconduca l da dove tragicamente ci siamo allontanati.
Abbiamo sentito la nostra triste storia, cronaca dello spreco dell'unicit dell'uomo nel creato: la libert. Posti al bivio, fin dall'origine, l'uomo e la donna, tentati subdolamente: "Non avrete pi bisogno di Dio, voi stessi deciderete ci che bene e ci che male" ci siamo trovati su un pendio verso quell'individualismo senza fine, quell'egoismo che, constatato che l'essere di carne, perso Dio all'orizzonte, vuol dire morte, ha scatenato e continua a suscitare inimicizia, gelosia, solitudine che conduce a vedere la vita come passione inutile.
Ma, e questo un "ma" decisivo per il nostro destino, Dio rimasto fedele. Ha promesso che al nostro "no" succeder un "s", una donna, dice la scrittura, che sar modello del progettare la vita, dove la libert sar porre il proprio sogno, desiderio, progetto nel sogno di Dio e diventare cos portatori, costruttori, esempi che vivere con Dio non rinuncia del proprio "io" ma la realizzazione piena. Quella donna si chiama Maria. Lei dunque Immacolata perch in Lei non c' ombra di presunzione. Lei, Santa perch lo spazio, il tempo della sua vita diventa tempio in cui Dio prende dimora per radunare ogni uomo che nasce nel tempo perch sappia che destinato alla vita eterna di Dio. Lei diventa anche modello, di pi! Ci lasciata come Madre nel gesto materno del prenderci per mano ed educarci, aiutarci a leggere la vita come occasione per un "s" a Dio, al bene e un "no" alle vie promesse come autonomia e conducenti al deserto del fallimento di ogni affetto.
Abbiamo sentito Paolo come parla della vita battesimale, nostra e, se pap e mamma per primi saranno fedeli, del piccolo Albert. Siamo "benedetti". Dio dice bene di noi come suoi alleati; scelti uno per uno perch in ognuno c' una traccia diversificata del suo Spirito; per essere come Maria: santi e immacolati; come Maria nella fretta della carit: recuperiamo un orizzonte, non di morte: predestinati ad essere suoi figli, in noi i cromosomi suoi, di vita salvata ed eterna; eredi dice Paolo e dunque gente che investe la vita nel bene e non servile. Come Maria anche noi diventeremo, nella metamorfosi della vita nel tempo a quell'eterna: a lode della sua gloria.
Quale progetto, pap e mamma, vi sta davanti. A voi sar data la luce con le parole sapienti: con il vostro amore, con il vostro esempio segnate voi stessi il cammino di Albert, come a suo tempo stato per noi.

8/12/20

Letture: Gn 3,9-15.20; Sal. 97; Ef 1,3-6.11-12; Lc 1,26-38


Torna alla pagina iniziale
Visualizza tutte le omelie


don Ezio Stermieri
Le omelie