PARROCCHIA SS. ANNUNZIATA - VIA PO, 45 - 10124 TORINO - TEL. 011 817 14 23

orario messe - orario confessioni - orario ufficio

HOME

22/10/23 - XXIX Domenica t.o. anno A


Il tentativo capzioso di cogliere in fallo Ges per liberarsene registrata da Matteo nella pagina di Vangelo ora ascoltata. Ma diventa l'occasione per noi come per i discepoli di sempre per una valutazione della vita. Il tentativo andato a vuoto sul pagare le tasse merita il giudizio di Ges: ipocriti, scissi all'interno, dualisti, condizionati dall'"aut-aut".
"Rendete a Cesare quello che di Cesare e a Dio quello che di Dio". Come dire che tutto quello che dell'uomo di Dio, anche dunque per un ragazzo la "tassa" del suo studio, il lavoro e l'impiego di un adulto, la edificazione di una societ giusta, il contribuire con le tasse ai beni comuni del vivere sociale, il rapporto con il cibo, il tempo libero, il riposo e lo stesso rapporto con Dio che si realizza in un tempo dedicato a Lui, all'ascolto, alla preghiera, al silenzio...
Solo una mente scissa, schizzata divide la vita in "cassetti", occupazioni, doveri che rimangono senza qualit, ben presto senza un perch e ben presto in un egoismo furbesco di chi non paga mai e ha solo diritti.
Ecco dunque il cristiano leale con Dio, leale con i suoi doveri perch leale con se stesso. Nel rapporto con Dio il cristiano trova la ragione: "Io sono il Signore, non ce n' un altro" (e tutto posto in relazione con Lui ... relativo ed Egli l'assoluto!). E continua: "Ti render pronto all'azione perch sappiano dall'oriente all'occidente che non c' nulla fuori di me".
L'insegnamento orientativo della vita entra nella comunit cristiana fin dall'inizio. Abbiamo sentito la raccomandazione di Paolo ai Tessalonicesi: "Nella nostra preghiera teniamo continuamente presente l'operosit della vostra fede, la fatica della vostra carit e la fermezza della vostra speranza". dunque nel concreto vivere che si vivono le virt teologali, la vita della fede che si fa norma di vita e diventa amore gratuito, carit e, giorno per giorno, si coltiva la speranza che lo Spirito del cristiano.
Che cosa una comunit cristiana se non il luogo, il laboratorio, l'addestramento a non scindere la vita perch non a parole ma di settimana in settimana qui il concreto vivere diventa Eucaristia.

22/10/23

Letture: Is 45,1.4-6; Sal.95; 1 Ts 1,1-5; Mt 22,15-21


Torna alla pagina iniziale
Visualizza tutte le omelie


don Ezio Stermieri
Le omelie